Il Comune e il suo territorio

 

Una vista del Lago di Garda

 

Brenzone Sul Garda

Brenzone sul Garda è una perla incastonata sulla sponda veronese del Garda. Situato al centro del lago è storicamente zona di transito per i commerci fra Pianura Padana e Alpi e quindi, anche linguisticamente, il comune è figlio di una triplice cultura: veronese, bresciana e trentina. Il territorio comunale si stende dal litorale lacustre alle vette del Monte Baldo, poste a oltre 2000 metri slm (Punta Telegrafo, metri 2200), dal quale è possibile stendere l'occhio oltre il bacino gardense sino a Venezia ed alla corona delle Prealpi. Gli abitanti residenti, da rilevamento del 2009, sono 2.552.

Le frazioni

Alle spalle di Castelletto, Magugnano (capoluogo), Porto ed Assenza, i centri più grandi che si specchiano sulla superficie del Garda, frazioni altrettanto affascinanti (che fanno di Brenzone sul Garda un caleidoscopio di centri ricchi di storia) si inerpicano nell'entroterra, sulle colline, tra il verde di ulivi e castagni: sono Castello, Sommavilla, Pozzo, Borago, Boccino, Biaza, Fasor e, dulcis in fundo, Campo, borgo medievale, oggi disabitato e raggiungibile solamente a piedi. Prada Alta, situata a 1000 metri di altitudine, è luogo di villeggiatura montana e punto di partenza degli impianti di risalita che conducono i visistatori ai rifugi, alle malghe d'alpeggio, alla scoperta del Monte Baldo, denominato "Giardino d'Europa". In questi luoghi la tradizione non teme di mostrarsi in tutto il suo splendore: villaggi di pescatori e borghi rurali raccontano un passato fatto di cose semplici. Nelle viuzze di Brenzone sul Garda si trovano la cortesia e la generosità di un tempo, nei ristoranti e nelle osterie, vanto del territorio, si portano in tavola ricette tipiche in cui l'olio extravergine d'oliva, prodotto nei frantoi locali, sottolinea ed esalta la delicatezza del pesce di lago e l'aroma forte dei prodotti caseari e di montagna, tra cui funghi e castagne.

La storia e la Cultura

La volontà di valorizzare una cultura antica ha influenzato la scelta di puntare su un turismo di qualità: così, oltre al miglioramento delle strutture ricettive ed al potenziamento degli impianti prettamente turistici, il Comune di Brenzone sul Garda promuove, con la collaborazione delle Associazioni locali (Pro Loco, CTG, Albergatori), escursioni guidate e iniziative dedicate, ad esempio, alla salvaguardia delle numerose chiese presenti sul territorio, testimoni di una religiosità profondamente sentita. Meritano senz'altro una visita il Museo Etnografico di Castelletto, la Villa Romana, recentemente scoperta e valorizzata, Campo ed le chiesette medioevali di San Zen del l'Oselet a Castelletto, San Pietro in Vincoli a Campo, San Nicola in Assenza e Sant'Antonio a Biaza.

Il clima mite creato dal lago consente di vivere in una vera e propria oasi con temperature ideali anche nella stagione invernale. Nonostante l'aria di apparente staticità, infatti, sono numerose le manifestazioni organizzate anche nei mesi più freddi, tra cui spicca l'antica Festa di Santa Caterina, celebrata il 25 novembre, in occasione della quale, presso il frantoio di Castelletto, è possibile assistere alla frangitura delle olive. Da marzo ad ottobre, inoltre, è possibile effettuare la traversata del lago in battello, un'occasione unica per godere di panorami mozzafiato ed ammirare la bellezza di queste coste.

Il Turismo e lo sport

Durante l'estate la popolazione presente a Brenzone sul Garda quintuplica: le spiagge affollate sono il risultato di una politica tesa a preservare l'invidiabile qualità dell'acqua del Garda e a tutelare l'ambiente, sviluppando un turismo in armonia con la natura di un territorio che, in pochi chilometri, sale a raggiungere i 2000 metri della catena del Baldo, offrendo varie possibilità di svago e di sport. Brenzone sul Garda oltre ad essere palestra naturale per gli amanti della vela, lascia ampio spazio a tutte le discipline "acquatiche", come il windsurf e lo sci nautico, si rivela palestra ineguagliabile per il kite-surf, a cui si accostano quelle tipiche della montagna. Tra le spiagge ed il monte si snodano mulattiere che collegano le varie frazioni e sentieri adatti ad escursioni a piedi o in mountain bike. Sia lungo il litorale che in altura sono dispobili strutture sportive per il calcio a 5 e il beach-volley.

Innumerevoli percorsi toccano contrade e paesini, si inoltrano tra gli ulivi, si sporgono su panorami tinti di verde ed azzurro: per godere pienamente della bellezza dei luoghi, della varietà di flora e fauna, della ricchezza storico-culturale di tutta la zona, vengono organizzate escursioni settimanali con guida professionista. In località Prada si sta lavorando al rinnovo degli impianti funiviari che, assieme ad un tratto di pista ciclabile già realizzato, darà un nuovo volto, prettamente turistico e naturalistico, ad una delle perle del Monte Baldo. Infine, lungo la salita che da Assenza di Brenzone sul Garda porta a Prada si snoda una delle più ripide ascese d'Europa, il percorso noto ai ciclisti-scalatori con il nome emblematico di "Punta Veleno", teatro di una gara contro il tempo organizzata ogni anno dal Comune e dalla Pro loco, a suo tempo escluso dagli organizzatori del Giro d'Italia perché...considerato troppo duro.